Una sognatrice su uno scaffale

Ho aperto in questo preciso istante questo blog per iniziare un nuovo progetto

Mi chiamo Caterina e sono una studentessa universitaria che sogna di lavorare in biblioteca. Sogno atipico, lo so.

In questo nuovo spazio vorrei anzitutto sensibilizzare su un tema che vivo sulla mia pelle ormai da quasi sei anni: la Sindrome di Asperger, una forma di Disturbo dello Spettro Autistico lieve, la quale è collegata a difficoltà più o meno grandi come i Disturbi Specifici dell’Apprendimento che fanno parte di me fin da piccola. Nonostante aumentino di giorno in giorno le diagnosi a qualsiasi fascia d’età, non vengono compresi da tanti. Sono argomenti delicati e cercherò di trattarli con la dovuta attenzione senza retorica.

Il nome del blog deriva dalla mia grande passione per la scrittura e la lettura. Uno scaffale dove parlare di sogni e desideri, una sorta di diario: infatti non racconterò solo ciò che la mia condizione comporta a livello sociale – iniziamo dai termini: non è una malattia, come spesso si sente dire, ma una condizione. Purtroppo non è una semplice sfumatura, è molto di più tanto è vero che ci sono casi in cui è usata come offesa anche se non dovrebbe mai esserlo. – bensì vorrei spaziare il più possibile con riflessioni sui libri che mi hanno formata, oltre ad affrontare temi ai quali mi sono avvicinata di recente, come il femminismo e, se riesco, anche del mio futuro lavoro. Un lavoro pieno di sfaccettature che ho iniziato a scoprire nell’ultimo anno di Triennale e sto approfondendo nella Magistrale.

Spero che questa presentazione vi abbia incuriosito,

Cate L. Vagni

Pubblicato da Cate L. Vagni

Laureata in lettere moderne e frequento la Laurea Magistrale in Scienze Archivistiche e Biblioteconomiche. Piccolo spazio personale dove poter esprimermi su ciò che mi sta a cuore.

12 pensieri riguardo “Una sognatrice su uno scaffale

  1. J.k. Rowling è stata o forse lo è una scrittrice da te preferita : ti segnato un piccolo libro “Buona vita a tutti “ che è il sunto della vita della scrittrice fatto in occasione di un discorso tenuto all’università di Harvard

    Piace a 1 persona

  2. Sai, anche io sono sempre rimasta colpita in maniera positiva dalla sindrome di Asperger perché nonostante comporti dei disturbi a livello relazionale, un bambino malato di Asperger ha grandissime capacità in matematica e vede i colori molto più luminosi nonché tantissime altre cose. ❤

    Piace a 1 persona

    1. Bel commento. Ti devo fare solo una precisazione che se hai letto gli articoli hai già visto: non definirci malati perché non lo siamo. Non si guarisce dalla Sindrome anche se ci sono molte vie per riuscire ad avere una vita autonoma. Volevo evidenziare questo aspetto perché ci tengo particolarmente, ovviamente non voglio attaccarti 😊😘 e per altro io sono una di quelli che è negata nella matematica quindi in realtà non è detto che un Asperger sia un genio della matematica

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: