Un articolo speciale

Oggi, 22 ottobre 2020, il mio piccolo scaffale dei sogni è arrivato a sei mesi di vita.

Questo è un articolo che introduce un tema che fa parte di me da sempre e sicuramente tornerà sotto altre forme in vari articoli.

Lo divido dal futuro articolo sui cosiddetti interessi assorbenti perché, anche se è ugualmente alla base di ciò che sono, non è quello che mi porto dietro da anni con tutti i pregiudizi che si porta dietro, cioè il Giappone con anime e manga. Avevo anticipato questo argomento un pò di tempo fa parlando del manga La Grande Avventura dal quale sono nati tutti i videogiochi del brand Pokèmon.

Oggi parlerò della musica. Questo tema per me ha tante sfaccettature che amplierò collegando ad argomenti come la danza e i miei gruppi preferiti.

In un certo senso ho anticipato l’argomento in un post sul profilo Instagram del blog dedicato a Chester Bennington. I Linkin Park sono uno gruppo musicale che per me ha un valore enorme anche e soprattutto per canzoni come Numb che credo che tanti conosceranno per via delle svariate associazioni a tanti personaggi degli anime che vivevano pressioni molto forti fino a crollare.

Sono una persona che ascolta sia musica rock – il gruppo sopracitato ne è un esempio lampante – che quella pop\ commerciale quando ho voglia di ballare.

Ho perso l’abitudine di ascoltare gli album e la musica pur avendo Spotify, che invece ho iniziato a usare per i podcast. Non riesco più a scaricare canzoni perché non trovo un programma che mi possa aiutare a salvarle nel telefono. Devo ammettere che in effetti mi manca ascoltare canzoni che mi hanno accompagnato per tanto tempo fino al primo anno di Università.

Non per importanza, grazie a mio padre, due gruppi che è opportuno citare con i quali sono cresciuta, ovvero i Beatles e i Queen.

Ci sono testi che ti entrano dentro e te li porti dietro tutta la vita. Ne ho tante e ve le racconterò per parlare di me e di ciò che ho vissuto. La danza merita un racconto più approfondito visto che ci sono varie forme in cui è entrata a far parte della mia vita, la più recente è Zumba Fitness.

Questo piccolo articolo, come il precedente, lo avevo in mente già da tempo e volevo legarlo a un momento speciale. La lista è lunga e questi sono solo i primi due.

Grazie a chi mi segue da quando tutto questo è iniziato e anche a chi sta arrivando in questi ultimi giorni. Siamo già a quaranta follower e per me è già un gran traguardo. Questo progetto richiede grande impegno e costanza dato che la sensibilizzazione richiede molta attenzione sul linguaggio.

A presto,

Cate L. Vagni

Pubblicato da Cate L. Vagni

Laureata in lettere moderne e frequento la Laurea Magistrale in Scienze Archivistiche e Biblioteconomiche. Piccolo spazio personale dove poter esprimermi su ciò che mi sta a cuore.

20 pensieri riguardo “Un articolo speciale

  1. Ehi, ma lo sai che di musica con me ne puoi parlare quando vuoi, perché dopo il cinema è una mia grande passione… sotto un involucro di ascoltatrice di musica trash, c’è nascosto un lato di me più profondo, che apprezza la bella musica!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: